Torte da assaporare

Una dolce gioia

Un rituale mattutino. Alle sette in punto, Rosalinde Hohenegger entra in cucina, accende la luce, la radio, il forno e via! Con abili gesti sbuccia, divide le prime mele in quattro e ne rimuove i torsoli. Poi, le taglia a fettine sottili, le amalgama con pinoli, uva passa, cannella e zucchero e lascia riposare l’impasto. Nel frattempo, stende rapidamente la pasta dello strudel, fino a ottenere uno strato sottilissimo ed elastico, su cui adagia il ripieno alle mele, suddividendolo omogeneamente (né troppo, né troppo poco). Infine, arrotola abilmente la pasta e la mette in forno.
Il famoso strudel di mele di Rosalinde rappresenta il mix perfetto di freschezza, dolcezza e succosità; uno dei motivi per cui ne prepara almeno due al giorno. A questi fanno seguito i suoi cinque classici, creati quotidianamente per i suoi ospiti: dalla cheese cake, passando per la Foresta Nera fino alla torta di Linz. Rosalinde armonizza il suo menù con il corso delle stagioni: se in autunno offre la torta alle castagne, in estate è il momento di quella deliziosa all’albicocca.
P.IVA 02947230211|Colophone|Privacy
Questo sito web utilizza i cookie. L'uso dei cookie è regolato dalla Direttiva UE 2009/136/CE (E-Privacy). Acconsente facendo un clic su "OK". Per proteggere la sua privacy in questo browser, puo gestire qui le preferenze della pubblicità online personalizzata. Per interrompere tutte le tecnologie di tracciamento utilizzate su questo sito che potrebbero utilizzare le informazioni di personalizzazione per la pubblicità online, fai clic su "Opt-Out".